Intere famiglie scomparse nel nulla, le sparizioni più misteriose

Inserito in Cronaca, Esteri | Scritto sabato, 25 maggio 2013 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

Intere famiglie, gruppi di amici e conoscenti svaniti nel nulla. In tutti i casi è escluso l'allontanamento volontario. Sono tutte scomparse molto misteriose

E’ sempre sconcertante quando la gente scompare e non c’è nessuna traccia. Tuttavia, è ancora più sconcertante quando più persone riescono a scomparire, nello stesso momento. In alcuni di questi casi, il rapimento è lo scenario più probabile, ma si potrebbe pensare che rapire con successo più di una persona è un compito estremamente difficile. In altri casi, è quasi impossibile immaginare una teoria concreta su ciò che è accaduto a queste persone. Vediamo dieci casi che, malgrado siano passati tantissimi anni, non sono mai stati risolti.

Il caso noto come The Fort Worth Three

Mary Rachel Trlica

Il 23 dicembre 1974, la 17enne Mary Rachel Trlica , Lisa Renee Wilson, 14 anni, e Julie Ann Moseley di 9, andarono insieme a fare shopping per Natale al Seminary South Shopping Center a Fort Worth, Texas. Le ragazze non tornarono più a casa e la loro auto fu trovata nel parcheggio del centro commerciale alle 6:00 del 24. C’erano i regali di Natale all’interno, il che indica che le ragazze avevano fatto il loro shopping e lo avevano messo in auto, ma che cosa ne è stato di loro?

Il giorno dopo, la famiglia di Rachel ricevette una lettera scritta da lei in cui spiegava che andavano a Houston per una settimana, ma sarebbero ritornate. Tuttavia, nessuna delle ragazze è mai tornata e non ci sono dubbi sul fatto che era stata Rachel a scrivere la lettera. Nel corso degli anni, testimoni oculari si sono fatti avanti con varie versioni di quello che era successo: uno ha sostenuto di aver visto le ragazze costrette a salire in un veicolo da uomini non identificati, un altro le vide sedute in un furgone delle guardie di sicurezza del centro commerciale alle 23:30 di quella notte, ma nessuna di queste versioni è mai stata verificata e la loro scomparsa rimane un mistero.

Il caso noto come Le sorelle di Lione

Sheila e Katherine

Il 25 marzo del 1975, due sorelle di Lione, Sheila e Katherine di 12 e 10 anni, andarono al Wheaton Plaza Shopping Center di Wheaton, Maryland. Quando le ragazze non rientrarono a casa quella sera, i genitori chiamarono le autorità. Questa è stata una delle più grandi indagini di polizia nella storia del territorioDopo una decina di giorni, la famiglia Lione ricevette una telefonata da una persona che chiedeva 10.000 dollari per rilasciare le loro figlie. Anche se questo riscatto fu lasciato in un bagno del palazzo di giustizia, nessuno andò mai a recuperarlo.

Il principale sospettato nella scomparsa delle sorelline di Lione è un misterioso uomo con un microfono e un registratore, che fu visto parlare con le bambine al centro commerciale quel giorno. Due settimane dopo, un testimone si fece avanti per dire che vide Sheila e Katherine legate e imbavagliate nel retro di una station wagon guidata da qualcuno che assomigliava lo stesso uomo del centro commerciale. Tuttavia, nessuno è mai riuscito a risalire a chi fosse, per cui l’identità di questo uomo e il destino delle sorelle Lione è ancora sconosciuto.

Il caso conosciuto come The Springfield Three

Le “tre di Springfield” sono la 47enne Sherrill Levitt, la figlia Suzanne Streeter, 19 anni, e la sua amica Stacy McCall di 18. Sono tutte e tre scomparse misteriosamente nel cuore della notte dalla casa di Sherrill a Springfield, Missouri, il 7 giugno 1992. I loro veicoli e gli oggetti personali erano ancora lì, la televisione era accesa, e l’unico segno di lotta era una luce del portico rotta.

Ci sono state un paio di ipotesi in questo caso. Un testimone affermò che aveva visto una donna terrorizzata dall’aspetto corrispondente alla descrizione di Sherrill alla guida di un furgone quel giorno, e che con voce malferma gli disse: “Non fare niente di stupido“. Un rapinatore di nome Robert Craig Cox fu indagato come responsabile del rapimento ma i corpi delle vittime non vennero mai trovati, e un assassino di nome Gerald Carnahan è stato anche lui indagato come possibile sospetto nel caso. Tuttavia, nessuna prova conclusiva è mai stata collegata ad uno di questi uomini per la scomparsa e nessuna traccia delle tre donne di Springfield è mai stata trovata.

Il caso conosciuto come The Indiana Dunes Women

Gli investigatori e le tre ragazze, da sinistra verso destra: Ann Miller, Patricia Blough e Renee Bruhl

Tre giovani amiche, Ann Miller di 21 anni, Patricia Blough e Renee Bruhl entrambe di 19, andarono in gita all’Indiana Dunes State Park il 2 luglio 1966. Tutte e tre sparirono misteriosamente, lasciando le loro cose sulla spiaggia. Una coppia affermò di aver visto le tre donne entrare nel lago, e parlare con un uomo non identificato che era su una barca bianca prima che le ragazze vi salissero a bordo. Né le donne, né l’uomo misterioso, e neanche la sua barca sono mai più stati rivisti.

Gli investigatori controllarono il passato delle ragazze e scoprirono che Ann Miller era incinta di tre mesi al momento della scomparsa. E’ anche possibile che pure Patricia Blough fosse incinta, e una delle teorie è che l’uomo sulla barca era Ralph Largo Jr., la cui famiglia era nota per praticare aborti clandestini. Altra ipotesi investigativa è che tutte e tre erano state rapite dal fratello di Silas Jayne, un boss che faceva parte della criminalità organizzata. E’ possibile che questo possa aver giocato un ruolo nella loro scomparsa, ma nessuna di queste teorie è mai stata motivata e il caso rimane irrisolto.

Il caso della famiglia Jamison

La piccola Madyson e nel riquadro Bobby e Sherilynn Jamison

Bobby Jamison, sua moglie Sherilynn, e la loro figlia di sei anni, Madyson, sono svaniti nel nulla su una strada sterrata in una zona rurale di Oklahoma l’8 ottobre 2009. Jamisons erano presumibilmente andati là per guardare un pezzo di terra da acquistare. Il loro camioncino è stato trovato abbandonato con i loro averi ancora dentro, insieme con il loro cane che era quasi morto di fame. Anche se fuori faceva freddo, tutta la famiglia ha lasciato i cappotti nel furgone e per rendere le cose ancora più misteriose, una busta contenente 32 mila dollari è stata trovata sotto il sedile.

La famiglia aveva riferito di aver avuto problemi finanziari e si era anche comportata stranamente durante le settimane prima della loro scomparsa, sia Bobby che Sherilynn sostenevano che c’erano fantasmi nella loro casa. Nessun segno di violenza è stato trovato dagli investigatori sulla scena del crimine, il che ha indotto la gente a pensare che la famiglia Jamison potrebbe essere scomparsa volontariamente o essere andata a commettere un omicidio-suicidio da qualche parte. Tuttavia, non c’è una forte evidenza per sostenere una qualsiasi di queste teorie, rendendo questa una delle sparizioni più sconcertanti e frustranti che si possano immaginare.

Il caso noto come la famiglia  McStay

La famiglia McStay

Joseph e Summer McStay, e i loro due figli, Gianni di 4 anni Joseph Jr.di 3, svaniti nel nulla il 4 febbraio 2010, sono diventati oggetto di uno dei casi più strani di persone scomparse recentemente. Una telecamera di sicurezza riprese il veicolo della famiglia mentre lasciava la loro casa in Fallbrook, California, l’auto fu poi trovata abbandonata l’8 febbraio presso un centro commerciale a pochi metri di distanza dal confine messicano. Le autorità controllarono i filmati di sorveglianza e videro una famiglia che avrebbe potuto essere quella dei McStays mentre attraversava la frontiera, ma la qualità dell’immagine era troppo scarsa per poterne essere sicuri.

Tre anni più tardi, le autorità sembravano appoggiare la possibilità che i McStays avessero messo in scena la propria scomparsa e non indagarono oltre. Tuttavia, avevano più di 100.000 dollari nel loro conto in banca che non è mai stato toccato, e dove sono andati durante il periodo di quattro giorni da quando avevano lasciato la loro casa? Se hanno realmente attraversato il confine con il Messico, che cosa gli è successo dopo? Numerose teorie sono state presentate su questo caso, ma nulla sembra reggere o avere un qualsiasi senso.

Il caso noto come l’equipaggio della “Sarah Joe”

Il relitto della Sarah Joe e da sinistra verso destra Ralph Malaiakini, Peter Hanchett, Benjamin Kalama, Patrick Woesner e Scott Moorman

Il 19 febbraio 1979, cinque uomini dell’isola di Maui – Benjamin Kalama, Ralph Malaiakini, Scott Moorman, Patrick Woesner, e Peter Hanchett andarono a fare una battuta di pesca su una nave chiamata “Sarah Joe”. La barca e il suo equipaggio sparirono dopo una terribile tempesta che colpì la zona. Sembrerebbe ovvio che i cinque uomini probabilmente si persero in mare e affogarono, ma le cose prendono una piega davvero strana nel 1988, quando i pezzi della “Sarah Joe” vennero trovati su un’isola a più di 2000 miglia di distanza.

In una fossa poco profonda vennero trovati anche i resti di Scott Moorman, erano stati sepolti sotto un mucchio di sassi. Tuttavia, nessuna traccia degli altri quattro uomini è mai stata trovata, quindi se lo avevano sepolto loro, cosa gli è successo in seguito? E se non lo hanno seppellito loro, allora chi è stato? Per rendere le cose ancora più strane, in questa isola erano già state fatte ricerche un paio di anni prima e nessuno aveva trovato i pezzi della Sarah Joe o la tomba in quel momento. Il destino degli altri quattro uomini mancanti e il mistero di chi ha sepolto Scott Moorman rimane irrisolto.

Il caso noto come Lauria Bible & Ashley Freeman

Lauria Bibble e Ashley Freeman

In una cittadina dell’Oklahoma, la sera del 30 Dicembre 1999, la 16enne, Lauria Bible decise di passare la notte con la sua migliore amica, Ashley Freeman. Durante la notte, la roulotte della famiglia Freeman venne bruciata. La madre di Ashley, Kathy, fu trovata colpita a morte, ma le due ragazze e il padre di Ashley, Danny, mancavano all’appelloQuando la famiglia di Lauria tornò sulla scena del crimine per qualche indagine il giorno dopo, trovò i resti di Danny. Anche lui era stato colpito a morte, ma in qualche modo, le autorità riuscirono a “perdere” il suo corpo!

Ci furono numerosi sospetti su chi commise gli omicidi. Inizialmente l’ipotesi che era opera delle due ragazze era quella più accreditata. Ci furono voci che la popolazione locale era coinvolta, o che Danny Freeman era stato preso di mira a causa di un debito di droga. I serial killer Tommy Lee e Jeremy Jones si autoaccusarono entrambi di aver rapito e ucciso le ragazze. Jones disse anche alle autorità che lui aveva seppellito i loro corpi in un pozzo minerario, ma le ricerche non portarono a nulla. A dispetto di tutte queste teorie, il destino ultimo di Lauria e Ashley rimane ancora un mistero.

Il caso noto come The Fandel Children

Amy Fandel e il fratello Scott

Il 4 settembre del 1978, Margaret Fandel andò a cena fuori a Sterling, Alaska con i suoi due figli, Scott di 13 anni e Amy di 8, poi li riportò a casa, una baita in legno nei boschi , e uscì di nuovo. Margaret non rientrò che alle 2 o le 3 di notte e vide del cibo sul tavolo e una pentola di acqua bollente sul fornello. Supponendo che i suoi figli stavano passando la notte dai vicini di casa, andò a letto e non si rese conto Scott e Amy erano spariti fino al giorno successivo.

In un primo momento si pensò che il padre di Amy, Roger Fandel, era il responsabile della loro scomparsa e una sua amica avrebbe chiesto 5000 dollari per rivelare quello che era successo. Col passare del tempo, tuttavia, le autorità hanno stabilito che non era  coinvolto nella sparizione dei due bambini, ma nessuno a tutt’oggi ha una vera idea di chi potrebbe essere stato a farli sparire. I bambini potrebbero essere stati rapiti da uno sconosciuto nel bel mezzo della notte, ma non ci sono prove concrete a sostegno di qualunque teoria. Quasi 35 anni dopo, non è mai stata trovata alcuna traccia di Scott o Amy Fandel.

Il caso noto come The Sodder Children

E’ abbastanza orribile per una famiglia avere un figlio scomparso, ma se cinque di loro scompaiono nella stessa notte?! Questo è esattamente quello che è successo a Giorgio e Jenny Sodder la vigilia di Natale nel 1945I due coniugi avevano dieci figli, ma dopo l’incendio che rase al suolo la loro casa a Fayetteville, West Virginia, cinque di loro (Betty, Jennie, Louis , Martha e Maurice) non furono mai più visti. La spiegazione più ovvia è che morirono nell’incendio, ma i loro resti non furono mai trovati ed è estremamente improbabile che il fuoco avrebbe potuto incenerirli completamente.

Si teorizza che l’incendio fu appiccato come un diversivo per rapire i bambini, anche la linea telefonica della casa era stata tagliata e la scaletta di accesso alla casa fu trovata in una scarpata a 75 metri di distanza. Ci sono stati numerosi avvistamenti dei bambini da parte di testimoni oculari nel corso degli anni, e nel 1968, alla famiglia è stata inviata una misteriosa fotografia di un uomo che potrebbe essere stato Louis Sodder da adultoPurtroppo, George e Jenny sono morti senza aver mai scoperto la verità sulla fine dei loro 5 figli.




Loading Facebook Comments ...