78enne condannata a due mesi di carcere, ha rubato carne al supermercato

Inserito in Cronaca | Scritto lunedì, 17 giugno 2013 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

La pensionata non aveva soldi per comprare neanche il pane

Immagine web

La crisi ormai sappiamo che c’è e più o meno tutti la sentiamo, e anche gli anziani ne fanno le spese. Esattamente ciò che è capitato a questa donna di 78 anni che è stata arrestata e condannata a due mesi di carcere per aver rubato della carne da un supermercato di Genova. La pensionata si sarebbe giustificata dicendo: “La pensione non basta, mi mancano i soldi per comprare carne e pane“.

Giudicarla mi riesce difficile, è molto più semplice comprenderla anche se non si dovrebbe mai rubare. “In un paese dove a stento un imprenditore, un lavoratore, una famiglia arriva al 20 del mese, in un paese dove vivono e vegetano i cattivi maestri, dove si sperperano soldi pubblici in cose e attività futili, a Genova una pensionata di 78 anni viene condannata a 2 mesi e mezzo di reclusione per aver rubato per necessità un po’ di carne in un supermercato. Non è un paese per vecchi, deboli, indigenti, per chi si ammazza di lavoro dalla mattina alla sera, questo, purtroppo, è un paese per furbi“.

Lo ha dichiarato, in una nota, il presidente di Avvocati per le Riforme, Agostino D’Antuoni. “La motivazione del giudice – aggiunge D’Antuoni – è risibile: la signora ha rubato non per necessità o per indigenza e questo perché oltre alla carne c’erano dei dolci. Dunque – conclude D’Antuoni – è dimostrato come per la giustizia i dolci sono beni di lusso…i soldi pubblici sono beni di consumo. Vergogna”.

Fonte Primo Canale




Loading Facebook Comments ...