Rapina shock al supermercato, gli sparano in testa [VIDEO]

Inserito in Cronaca, Esteri | Scritto martedì, 02 luglio 2013 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

Gli agenti intervenuti sul posto hanno cercato di negoziare per più di mezz'ora con l'uomo, poi vistosi costretti gli hanno sparato in testa

La polizia di Midwest City, Oklahoma, ha rilasciato il video di sorveglianza di un supermercato Walmart, dove un uomo tentato di rapire una bambina di 2 anni, prelevandola dal carrello della spesa mentre la madre si era avvicinata ad uno scaffale per scegliere dei prodotti. L’uomo, vistosi scoperto, ha tenuto un coltello puntato all’addome della bambina. 

Wallas contro la vetrina con la bimba e la madre che lo supplica di ridargliela

Il capo della polizia Brandon Clabes ha tenuto una conferenza stampa venerdì mattina e ha rivelato nuovi dettagli circa quello che è accaduto nel supermercato il 17 giugno scorso. Il capitano David Huff ha ucciso il 37enne Sammie Lamont Wallace, dopo che aveva minacciato la bambina. Nel video rilasciato dalla polizia, si vede Wallace camminare nella zona del supermercato Walmart a Reno intorno alle 15.00. L’uomo sta spingendo un carrello della spesa e parlando al cellulare. Wallace fa il giro del negozio fino a quando vede una donna, identificata come Alicia Keating, che è con le sue due figlie, di 12 e 2 anni. 

Wallace continua a camminare, ma poi torna di nuovo nel corridoio dei cibi congelati. Mentre la mamma della bimba è di schiena, l’uomo afferra la bambina dal carrello mentre la sorellina di 12 anni, attonita, sta a guardareWallace poi si avvicina alla madre, le porge un telefono cellulare e le chiede di chiamare un agente di polizia di Dallas. La donna inizia a urlare e supplica l’uomo di darle sua figlia indietro. E’ a questo punto che Wallace tira fuori un coltello e minaccia la bambina. Nel frattempo lo staff del negozio si avvicina all’uomo e i clienti iniziano a chiamare il 911. 

Il City Police Department del Midwest è solo dal lato opposto della strada rispetto al negozio, e gli ufficiali arrivano in un minuto. Fanno evacuare rapidamente il supermercato, compresa  la madre della bambina. Il capo della polizia Clabes, dice che gli agenti hanno cercato di negoziare con Wallace per più di mezz’ora. Alla fine hanno contattato l’agente di polizia del Texas con cui l’uomo voleva parlare in precedenza, e a cui avrebbe riferito che la polizia di Midwest lo stava importunando. Clabes spiega che verso la fine del braccio di ferro, hanno offerto Wallace una sedia per ottenere un “vantaggio tattico“. Wallace è quindi seduto, ma era sempre più agitato. Fino a quel momento, la bambina era stata calma e tranquilla, ma Wallace ha iniziato a stringerla così la piccola ha cominciato a dimenarsi. A questo punto ha spostato il coltello che era puntato all’addome, al collo della bimba.

Wallace ha anche parlato alla polizia di una setta satanica, e ha iniziato un conto alla rovescia di 60 secondi. Clabes dice che il capitano Huff, credeva che Wallace o era in procinto o aveva già ferito la bambina con il coltello. Si è avvicinato alle spalle dell’uomo che era sempre seduto sulla sedia, e gli ha sparato alla testa. Wallace è morto sul colpo. Clabes ha detto che Wallace era in una prigione del Texas dal 2000 al 2011. La sua famiglia ha raccontato alla polizia che aveva una lunga storia di seri problemi mentali. All’inizio di quest’anno si era trasferito in Oklahoma dopo che ha affermato di aver visto un fantasma nel suo appartamento. La bambina che è stata tenuta in ostaggio sta bene. Il procuratore distrettuale della contea ha confermato che la sparatoria era giustificata, e ha salutato il capitano Huff come un eroe.




Loading Facebook Comments ...