In Queste Immagini c’è un Uomo, Riesci a Vederlo?? [Foto e Video]

Inserito in Arte, Cultura | Scritto lunedì, 08 luglio 2013 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

Sembra impossibile eppure c'è, è proprio davanti ai vostri occhi!

E’ in carne ed ossa eppure sa diventare invisibile, è incredibile la sua bravura nel trasformarsi. No, non è un supereroe dei fumetti ma è un artista cinese di 40 anni, Liu Bolin, noto per i suoi autoritratti fotografici, caratterizzati dalla fusione del corpo con l’area circostante.

Liu Bolin, Hiding in California

Liu Bolin, Bon Jovi , 2012

Liu Bolin, Hiding in New York No. 7 - Made in China, 2012

Si è diplomato a Pechino, nel reparto della scultura dell’Accademia Centrale delle Belle Arti. Liu appartiene alla generazione dei primi anni ’90, tempi in cui la Cina rinacque dalle macerie della Rivoluzione Culturale e godette di un rapido sviluppo economico e di una relativa stabilità politica.

Liu Bolin, Hiding in New York No. 6 - Intrepid, 2012

Liu Bolin, JR Through the Eye of Liu Bolin, 2012

Liu Bolin, Hiding in the City - Mobile Phone, 2012

Liu Bolin, Hiding in the City - Sleeping Lion, 2012

Liu Bolin, Hiding in the City - Vegetables, 2011

Liu Bolin, Hiding in the City - Beijing Magazine Rack, 2011

Dopo le sue prime mostre a Beijing nel 1998, il talento di Liu godé di una fama e di riconoscenza internazionale. Le sue fotografie e le sue sculture vennero messe in mostra nei festival di fotografia moderna di Arles, nel distretto artistico di Dashanzi a Pechino e nella galleria d’arte Bertin-Toublanc aParigi nel 2007, a New York nel 2008, e nel Centro Internazionale di Fotografia di Milano Forma (2010).

Liu Bolin, Hiding in the City No. 71 - Bulldozer, 2008

Liu Bolin, Hiding in the City - Beijing Graffiti No. 2, 2012

Per celebrare la visita del presidente americano Obama in Cina, Liu ritrasse un’effige in suo onore. Attualmente Liu Bolin vive a Pechino. Nel giugno del 2011, Liu creò delle opere intitolate Hiding in New York (nascosto a New York), nelle quali egli fonde aree simboliche newyorkesi nelle sue opere. Questi che vi ho messo sono solo alcuni dei suoi capolavori, se ne volete vedere altri, li trovate cliccando qua.

Fonte Wikipedia






Loading Facebook Comments ...