Juventus, Pirlo rivela: “Mi cercò anche la Roma”

Inserito in Calcio | Scritto domenica, 28 aprile 2013 | Autore Domenico M. | Commenta per primo

Il 30 aprile uscirà in tutte le librerie “Penso quindi gioco”, l’autobiografia  di Andrea Pirlo, scritta con il giornalista di Sky Sport, Alessandro Alciato. Un opera di 140 pagine edita da Mondadori. “La Gazzetta dello Sport” dà alcune succose anticipazioni: «Faremo una grande Roma » continuava a ripetermi Baldini, ma degli americani che avevano acquistato […]

Il 30 aprile uscirà in tutte le librerie “Penso quindi gioco”, l’autobiografia  di Andrea Pirlo, scritta con il giornalista di Sky Sport, Alessandro Alciato. Un opera di 140 pagine edita da Mondadori. “La Gazzetta dello Sport” dà alcune succose anticipazioni: «Faremo una grande Roma » continuava a ripetermi Baldini, ma degli americani che avevano acquistato il pacchetto di maggioranza mi diceva poco e niente. Mi sono insospettito. Se in quel momento la società ci fosse stata, se fosse stata vera e non presunta, viva sulla carta e non solo a parole, magari ci sarei anche andato. La città è bella, la gente speciale, il clima splendido, il fatto è che in quel periodo il futuro presidente, Thomas Di Benedetto, nessuno l’aveva ancora visto. E l’ipotetico terzetto dirigenziale di cui si parlava, Pallotta- D’Amore-Ruane, mi faceva venire in mente più che altro il trio di autori di una canzone del Festival di Sanremo. «Di Pallotta-D’Amore-Ruane, dirige il maestro Vince Tempera »: circondato dai fiori del Teatro Ariston, il conduttore avrebbe tranquillamente potuto introdurre così il cantante di turno. Titolo del pezzo: Grazie (comunque) Roma.




Loading Facebook Comments ...