Si sveglia e scopre di aver dormito con un coccodrillo sotto il letto [Foto]

Inserito in Animali, Cronaca, Esteri, Primo piano | Scritto giovedì, 19 settembre 2013 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

Un grosso shock per il 40enne quando ha scoperto che sotto il suo letto c'era un coccodrillo....

Guy Whitall, il 40enne che ha dormito con il coccodrillo sotto il letto

L’occupante di questo letto probabilmente, se avesse saputo, non ci avrebbe tenuto a lavarsi i denti appena sveglio….. Guy Whitall ha avuto lo shock della sua vita, quando ha scoperto che un ‘cucciolo’ di coccodrillo si era infilato nella sua camera da letto prima che lui andasse a dormire. Il predatore è riuscito a rimanere lì – a solo pochi centimetri da dove Guy era beatamente addormentato – per più di otto ore.

Il 'cucciolotto' che si era nascosto sotto il letto....

L’uomo, 40 anni, non appena sveglio si è seduto sul letto, mentre l’astuto coccodrillo è rimasto sotto praticamente immobile. E il rettile probabilmente sarebbe rimasto lì tutto il giorno, se non fosse stato scoperto da una cameriera dello Humani Lodge, nello Zimbabwe.

Il coccodrillo non ne voleva sapere di lasciare la sua nuova tana

Guy ha chiamato dei suoi collaboratori per riportare il coccodrillo nel fiume

La cosa davvero sconcertante dell’intero episodio – racconta l’uomo, – è il fatto che mi sono anche seduto sul bordo del letto, con i piedi nudi a poca distanza dal ‘cucciolotto’. I coccodrilli sono dei veri esperti quando si tratta di nascondersi, è per questo che sono sopravvissuti sulla Terra per così tanto tempo. Loro sanno aspettare e passare inosservati, è nella loro natura. Quello nella mia stanza è venuto su dal fiume Turgwe che è ad un paio di chilometri dalla casa. Spesso vagano in giro, soprattutto quando fa freddo e piove. Penso che gli sia piaciuto stare sotto il letto perché c’era caldo“.

Ed ecco il coccodrillo che è stato rimesso nel fiume

Guy è stato costretto a chiamare alcuni collaboratori che lo hanno aiutato portare il coccodrillo fuori dalla sua nuova tana e a metterlo nuovamente nel fiume. Il 40enne ha aggiunto: “Certo, ha fatto un po’ di resistenza perché non voleva uscire da sotto il letto, ma alla fine ce l’abbiamo fatta. La cosa più importante è legargli il muso con una corda per essere più sicuri, e poi è solo questione di trattenerlo e di coprirgli gli occhi, serve a calmarlo. Sono abbastanza sicuro che d’ora in poi non sarò il solo a controllare sotto il letto prima di andare a dormire, sempre e comunque“.

Foto e fonte The Sun




Loading Facebook Comments ...