Smartphone, rischio collasso della rete?

Inserito in Scienze, Tecnologie e Web | Scritto mercoledì, 07 luglio 2010 | Autore Pasquale | Commenta per primo

Al dì là delle smentite di rito, non è da sottovalutare la questione emersa nelle ultime ore. In particolare, pare che in giro ci siano troppi Smartphone, al punto che la Rete sarebbe a rischio collasso. Ad attirare l’attenzione sul problema è stato il presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, Corrado Calabrò, che non […]

Al dì là delle smentite di rito, non è da sottovalutare la questione emersa nelle ultime ore. In particolare, pare che in giro ci siano troppi Smartphone, al punto che la Rete sarebbe a rischio collasso. Ad attirare l’attenzione sul problema è stato il presidente dell’Autorità per le garanzie nelle comunicazioni, Corrado Calabrò, che non ha usato mezzi termini per descrivere la situazione attuale: “In assenza di interventi, con il tasso attuale di diffusione degli smartphones, la nostra rete mobile rischia il collasso”.

Calabrò, però, ha avuto il merito di proporre anche la soluzione a questa delicata soluzione, parlando della liberalizzazione delle frequenze radio. Si parla, in tal senso, di circa 300 Mhz disponibili entro il 2015: “L’Agcom sta portando avanti una politica finalizzata alla liberazione in tempi brevi di frequenze radio. Contiamo di rendere disponibili, prima del 2015, circa 300 Mhz da mettere all’asta per la banda larga”.

L’amministratore delegato di Telecom Italia, Franco Bernabé, ha ovviamente smentito tutte le voci: “In Italia questo rischio non c’è. Stiamo già facendo grandi investimenti per la connessione in fibra delle stazioni radio base, con l’obiettivo di aumentarne la potenza e la capacità. Da parte nostra e degli altri operatori questa è la risposta e va nella direzione giusta”.




Loading Facebook Comments ...