Fidanzato Infedele Condannato a Pagare Risarcimento da Record per il Tradimento

Inserito in Notizie Curiose | Scritto sabato, 07 dicembre 2013 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

La donna ha scoperto che la cornificava e gli ha fatto causa

A un uomo della Georgia è stato ordinato di pagare alla sua ex fidanzata 50.000 dollari (36.509 euro al cambio attuale), per ‘violazione della promessa di matrimonio‘ e frode dopo averla lasciata per un’altra donna. Melissa Cooper ha citato con successo il suo ex amante Christopher Kelley dopo che lei aveva lasciato il lavoro e si era trasferita a vivere con lui solo per essere buttata fuori quando ha scoperto la sua relazione con un’altra donna. La Cooper ha sostenuto nella sua causa che ha lasciato il suo lavoro per diventare una casalinga per il suo ex fidanzato, il loro bambino e un altro bambino avuto da una precedente relazione. Ha fatto quel sacrificio con la premessa che sarebbe stata sua moglie.

Melissa Cooper è stata risarcita con 50.000 dollari per il tradimento subito

Sulla sentenza del giudice si legge: “La Cooper ha testimoniato che è rimasta devastata dalla frode e dalla violazione della promessa di matrimonio di Kelley e che ha lasciato il suo lavoro per crescere i figli facendo affidamento sulla promessa“. Il suo partner infedele l’ha cornificata più volte e portava avanti una relazione con un’altra donna, nonostante le avesse regalato un anello di fidanzamento 10.000 dollari. Nel 2011, Melissa, ha scoperto la relazione segreta, la seconda  durante la loro relazione, e lui le ha chiesto di andarsene della loro casa – con entrambi i bambini.

Kelley, il fidanzato fedifrago condannato a pagare il risarcimento da record

L’aspirante coniuge disprezzata, ha quindi citato in giudizio il signor Cooper per truffa, per frode e violazione della promessa di matrimonioSecondo la CNS, nel processo d’appello del mese scorso, il signor Kelley senza successo tentato di difendersi sostenendo che la promessa di matrimonio è stata fatta in una relazione che lui paragonava a un rapporto di prostituzione. La corte d’appello ha stabilito che la relazione tra la coppia non ha comportato scambio di denaro per la convivenza e i favori sessuali, rendendo la difesa inapplicabile. Kelley ha anche cercato di rivendicare che si era limitato a regalare alla Cooper l’anello senza proporle alcun matrimonio, ma il giudice non gli ha creduto e anzi ha utilizzato l’informazione come prova che aveva intenzione di sposarla.

Non ho mai intrapreso il discorso di un eventuale matrimonio con lei, al di fuori di darle l’anello, – ha testimoniato Kelley secondo la CNS. – Non le ho mai detto la frase ‘Mi vuoi sposare’“. L’ultima sentenza ha confermato la precedente cui si era appellato il signor Kelley, dovrà risarcire all’ex compagna i danni riconosciuti e pagare tutte le spese legali.




Loading Facebook Comments ...