Vibo Valentia: Otto condanne per la morte di Federica Monteleone

Inserito in Cronaca, Primo piano | Scritto venerdì, 23 luglio 2010 | Autore Piera | Commenta per primo

E’ finito con otto condanne, il pagamento delle spese processuali ed una provvisionale di 800 mila euro il processo per la morte di Federica Monteleone, la ragazza di sedici anni morta il 21 gennaio di tre anni fa durante un intervento di appendicectomia, nell’ ospedale di Vibo Valentia, a causa di un black out. Il […]

E’ finito con otto condanne, il pagamento delle spese processuali ed una provvisionale di 800 mila euro il processo per la morte di Federica Monteleone, la ragazza di sedici anni morta il 21 gennaio di tre anni fa durante un intervento di appendicectomia, nell’ ospedale di Vibo Valentia, a causa di un black out.

Il tribunale di Vibo Valentia ha emesso la sentenza nei confronti dei nove imputati di omicio colposo, anche se le sentenze sono state ridotte rispetto a quelle che aveva chiesto il pm.

In particolare la sentenza ha condannato a due anni l’ex dg dell’Asp di Vibo Francesco Malarico, Antonino Stuppia, titolare della ditta che eseguì i lavori nella sala operatoria, l’ex direttore sanitario dell’Asp, Alfonso Luciano, invece è stato condannato a 1 anno e 4 mesi l’ex consulente Asp, Antonio Bruni, a 2 anni Roberto de Vincentis, responsabile attività tecniche dell’Asp, a 1 anno e 4 mesi per Giuseppe Nicola Gradia, responsabile del procedimento per l’affidamento dei lavori in sala operatoria, e infine a 1 anno e 4 mesi il direttore sanitario dello Jazzolin,o Pietro Schirripa, e ad un 1 anno e sei mesi il dott. Francesco Costa, l’ anestesista.

E’ stato assolto invece il direttore sanitario dei presidi ospedali unificati, Matteo Cataudella.

Soddisfatti i genitori della ragazza che hanno comunque vinto, nonostante gli anni della condonna.

Il Tribunale ha condannato gli imputati ad un rimborso di 800mila euro per le parti civili.




Loading Facebook Comments ...