Juventus, Allegri tranquillizza i tifosi: “Vidal motivato, felicissimi che rimanga!”

Inserito in Calcio | Scritto martedì, 29 luglio 2014 | Autore Domenico M. | Commenta per primo

"Mercato? Sono conteno della squadra! Pirlo? Con lui nessun problema, con me ha sempre giocato..."

Massimiliano Allegri ha fatto fa il punto sul ritiro pre-campionato alla vigilia della sfida con il Cesena, valida per il Memorial Lugaresi. Tuttojuve.com ha trascritto integralmente le dichiarazioni rilasciate in conferenza stampa:

Domani c’è il Cesena. Una gara che arriva dopo il ko con i dilettanti del Lucento…
“Sicuramente la sconfitta con il Lucento ha fatto parlare.  Domani è un’altra partita, anche se per noi lòa stagione è iniziata solamente lunedì mattina, con l’arrivo di undici giocatori che venivano dalle vacanze dopo il Mondiale. E’ normale che non abbiamo una condizione fisica neanche accettabile. Domani l’importante è cercare di fare una buona partita, avere l’atteggiamento giusto e soprattutto venire via da Cesena senza grossi problemi”.

Ieri sono usciti i calendari, c’è già questo Milan alla terza giornata…
“E’ normale che sarà una serata particolare, una sfida affascinante, tra due squadre che si contenderanno il titolo insieme ad altre 4-5. Per me ci sarà sicuramente emozione, perchè sono stati tre anni bellissimi al Milan, tre anni e mezzo per l’esattezza. Io adesso sono l’allenatore della Juventus e per me è solamente un avversario”.

In questi giorni ha parlato con Vidal? Arrivano voci da fuori che sia in partenza…
“Ho parlato con Vidal ieri, innanzitutto per accertarmi delle sue condizioni fisiche, visto che ha giocato un Mondiale, visto che ha subito un’operazione e dopo 32 giorni ha giocato delle partite del Mondiale. Però il ragazzo è motivato, la società e l’allenatore sono felicissimi che lui rimanga qui alla Juventus. Quindi ora ha bisogna solamente di un pochino di giorni di tempo per mettersi in una condizione buona. Lui è molto contento  di rimanere, è motivato, come sono motivati tutti gli altri, come sono motivato io per questa grande stagione, importante, difficile. La Juventus viene da tre Scudetti di seguito, per i ragazzi centrare il quarto Scudetto sarebbe una cosa eccezionale; per me vincere il secondo Scudetto in una società diversa sarebbe altrettanto uguale. In più abbiamo l’Europa: giocare in Europa ha un fascino particolare, sono sensazioni bellissime e quindi bisogna cercare di fare sicuramente  un’ottima Champions”.

Quali sono le condizioni di Vidal?
“Le condizioni di salute di Vidal sono buone, ripeto, ha subito un intervento 32 giorni prima di un Mondiale, ha giocato un Mondiale ed è normale che ora valutando con tutto l staff abbiamo deciso di fargli un po’ di giorni di differenziato per averlo in buona condizione dala tournèe in poi”.

Come considera le prime giornate del campionato che s’intrecceranno anche con i primi impegni in Champions?
“Le prime giornate… quando giochiamo le partite di calcio bisogna cercare di vincerle. E’ normale  che si può dire bene, male, ma noi dobbiamo prepararci al meglio per affrontare la prima partita e poi di seguito le altre. Sappiamo che ogni tre giorni giocheremo, quindi bisogna avere una condizione ottimale a livello fisico e a livello mentale, soprattutto tenere la rosa con tutti i giocatori a disposizione perchè nell’arco di un campionato in cui giochi tantissime partite, nell’arco di una stagione dove giochi quasi 50 partite, credo che i giocatori debbano essere tutti pronti e si debbano sentire tutti importanti, perchè alla fine quelli che giocano di meno diventano determinanti ai fini del risultato finale”.

Ieri sono rientrati dalle nazionali. Come è stato il suo impatto con loro, che sono un po’ i veterani della Juve?
“Li ho visti motivati, ci ho scambiato anche due chiacchiere, un po’ perchè in questo momento visto che sono nuovo dell’ambiente e sono stato catapultato nell’ambiente Juve da un giorno all’altro, è normale che ho bisogno di capire e di confrontarmi; in questo momento sicuramente sono molto più di aiuto loro, più di aiuto alla squadra, più di aiuto all’ambiente. Io devo cercare di capire dove sono arrivato, perchè abbiamo solamente un mese di tempo per preparare al meglio questa stagione”.

Ha parlato con Gigi Buffon? Vi siete confrontati sugli obiettivi stagionali?
“Ho parlato con Gigi, con Andrea, con Pirlo, con Chiellini, con Bonucci, un po’ con tutta la squadra, ma un po’ di più con gli anziani. Gli obiettivi della stagione… l’ho detto prima, vincere il quarto Scudetto per loro sarebbe una cosa eccezionale, quindi loro sanno di questo grande obiettivo e sono motivati. Io dalla mia ho l’obiettivo di vincere il secondo Scudetto in una societò diversa e in più abbiamo tutti insieme l’obiettivo della Champions per cercare di fare un’ottima Champions”.

Contento di aver ritrovato Pirlo? Cosa vi siete detti?
“Cosa ci siamo detti… ci eravamo già parlato 10 giorni fa quando sono arrivato. Con Andrea non c’è mai stato nessun problema, se no devo stare qui a ripetere per la cinquecentesima volta le stesse cose… siamo dei professonisti e soprattutto c’è grande motivazione da parte di tutti, questa credo sia la cosa più importante”.

Vidal lo considera un giocatore insostituibile o solo un giocatore importante?
“Vidal è un giocatore fondamentale, un giocatore che in questi tre anni alla Juventus credo abbia fatto grandissime cose. Oltre a livello tattico, a livello di centrocampista è un giocatore che in fase realizzativa è molto importante per la squadra”.

Che succederà con Mauricio Isla?
“Mauricio Isla in questo momento fa parte della Juventus, domani viene a Cesena come tutti gli altri, quindi lo ritengo a mia completa disposizione”.

Domani a Cesena cosa farà con i Nazionali?
“Domani andiamo tutti a Cesena, essendo conscio della condizione che al momento per il 70% della squadra non c’è, perchè undici sono arrivati solo domenica notte, è due giorni che lavoriamo, è il secondo allenamento che facciamo tutti insieme. Domani mattina è il terzo e dobbiamo cercare di miscelare il lavoro fisico con la parte tecnica e tattica. Di solito quando partiamo abbiamo 45 giorni, 50 giorni per preparare una stagione, ma ora abbiamo solo 25 giorni perchè dopo abbiamo un po’ di viaggi da fare, un po’ di partite e il 31 abbiamo la prima partita di campionato”.

Il mercato è a posto o serve qualcosa?
“Innanzitutto fino a questo momento la società ha rinforzato molto la rosa, con l’arrivo di Morata, Evra, Pereyra, Coman, quindi sono molto contento. Con la società ci parliamo quotidianamente, la società sa benissimo cosa deve fare per cercare di ulteriormente di migliorare questa rosa. Ma al momento sono contento”.






Loading Facebook Comments ...