Bianco, rosso e Verdone: l’Iniezione e il Principe [Video]

Inserito in Cinema e Film, Videogallery | Scritto giovedì, 31 luglio 2014 | Autore Valentina | Commenta per primo

Mimmo un giovane che ricalca il cosiddetto stereotipo del ragazzone ingenuo: infantile, immaturo,....


Bianco, rosso e Verdone è il secondo film – articolato in tre episodi – diretto ed interpretato da Carlo Verdone nel 1980. Il film segue le vicende di tre italiani-tipo che si spostano da una città all’altra per andare a votare nel loro comune di residenza.


In questo spezzone ritroviamo una parte del terzo Episodio intitolato Mimmo

Trama – Mimmo

È un giovane che ricalca il cosiddetto stereotipo del ragazzone ingenuo: infantile, immaturo, impacciato e timido, deve accompagnare sua nonna Teresa da Verona (che Mimmo confonde con Vicenza, arrivando quindi parecchio in ritardo all’appuntamento per prelevarla) a Roma, smaniosa di poter dare il proprio voto al PCI. Nel tragitto non mancheranno curiosi contrattempi e deviazioni, nonché incontri “particolari” come un contadino guardone, una bellissima turista dell’allora URSS, una squillo d’albergo ed un burbero camionista romano detto er Principe, che si crede responsabile della morte non avvenuta di Furio.

Il rapporto fra i due parenti rivela la fragilità del giovane dinanzi alle vicissitudini della vita le quali al contrario vengono affrontate con sagacia e saggezza popolare dall’energica e disinibita nonna. Mimmo riprende a grandi linee la maschera di Leo nel precedente Un sacco bello, anni dopo riproposta con lo stesso nome in Grande, grosso e Verdone.




Loading Facebook Comments ...