Fatti Allineare e poi Uccisi, le Loro Teste Mostrate come Monito per gli Altri [Video Shock]

Inserito in Cronaca, Esteri, Primo piano | Scritto sabato, 09 agosto 2014 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

Le terribili immagini che raccontano la verità su ciò che sta accadendo


Si dice che almeno 500 prigionieri della minoranza Yazidi sono stati uccisi negli ultimi giorni dagli ‘squadroni della morte’ composti da uomini armati jihadisti. Tra i morti ci sono circa 40 bambini yazidi, tutti uccisi dopo essere stati cacciati dalle loro case a causa della brutale offensiva islamica nel nord dell’Iraq.

Prigionieri: I membri della tribù sunnita Shaitat sono stati fatti marciare verso la loro morte dai combattenti dell'ISIS e si possono vedere in una serie di immagini orribili pubblicate on line dal gruppo jihadista

Spietati: piegati in due e scalzi, con le mani legate dietro la schiena, i prigionieri vengono fatti marciare verso il luogo dell'esecuzione nel deserto vicino a Deir ez Zor a Syra

Le immagini agghiaccianti delle vittime sono state rese pubbliche, alcune delle quali rilasciate dalla macchina di propaganda sapientemente gestita dal gruppo. I combattenti sono stati ripresi mentre massacrano i prigionieri, alcuni dei quali sono stati crocifissi o decapitati. Le immagini mostrano i combattenti armati, che ridono sopra corpi accasciati dei civili morti, che erano stati fatti allineare e poi colpiti alla testa e alla schiena. Alcune immagini, pubblicate online, mostrano i militanti in posa accanto agli uomini yazidi che hanno ucciso.

Crimini contro l'umanità: I prigionieri vengono poi fatti allineare e gli viene ordinato di inginocchiarsi a terra

Disumano: circa 20 combattenti dell'ISIS stanno dietro gli uomini e la squadra di jihadisti comincia a uccidere i prigionieri

Un paio di jihadisti si avvicinano ai prigionieri morti e sparano agli eventuali superstiti da distanza ravvicinata

Una serie di fotografie orribili, che sono saltate fuori ieri, mostrano i militanti messi in cerchio. I prigionieri prima di essere uccisi, sono stati fatti marciare nel deserto e fatti inginocchiare sul terreno polveroso, per poi essere sistematicamente colpiti alla testa

Un jihadista sembra sorridere mentre tiene un uomo terrorizzato per i capelli e comincia a tagliargli il collo con un coltello da caccia

Il gruppo militante ha dichiarato: La punizione per coloro che combattono Allah e il Suo Messaggero è quella di venire uccisi, crocifissi oppure subire l’amputazione delle mani e dei piedi’Ci sono state anche segnalazioni di bambini decapitati, crocifissioni e amputazioni. Una persona ha parlato di donne yazidi che vengono catturate e poi violentate mentre i loro mariti sono brutalmente ‘macellati’.

Brutale: altri prigionieri vengono uccisi prima di essere legati a crocifissi di fortuna

Una folla di uomini sta dietro un recinto basso, alcuni di loro fanno le foto o riprendono le esecuzioni con i loro telefoni cellulari

Le tattiche brutali del gruppo, che non fa più parte di Al Qaeda, sono opera del leader Abu Bakr al-Baghdadi, che ha guidato l’insurrezione scoppiata in Iraq subito dopo l’invasione da parte degli Usa del 2003. I corpi oramai senza vita vengono messi in mostra per servire da monito. 

Attenzione, il contenuto grafico del video potrebbe urtare la sensibilità di alcuni lettori





Loading Facebook Comments ...