Uefa, aperta un’inchiesta per frase razzista di Tavecchio. Il presidente: “Sono sereno!”

Inserito in Calcio | Scritto mercoledì, 20 agosto 2014 | Autore Domenico M. | Commenta per primo

"Un provvedimento del sottoscritto ha permesso a 12 mila extracomunitari di giocare al calcio, gente che poi ha avuto ribalta professionistica. Si è parlato subito della mia gaffe. Ho chiesto scusa, ma contano i fatti"

L’Uefa ha annunciato di avere aperto un’inchiesta disciplinare sulle presunte frasi razziste del neopresidente della Federcalcio, Carlo Tavecchio.  L’inchiesta disciplinare riguarda la frase di Tavecchio sui giocatori extracomunitari pronunciata lo scorso 25 luglio: “Opti Poba prima mangiava banane e ora è titolare alla Lazio”, aveva detto Tavecchio, durante l’assemblea della Lega dilettanti, di cui era presidente. Parole che, secondo alcuni, erano indirizzate al centrocampista francese della Juventus, Paul Pogba, e che avevano subito suscitato una pioggia di polemiche, mettendo in discussione perfino la sua elezione a presidente della Federcalcio. Sulla questione, Tavecchio è tornato a difendersi lunedì, nel primo Consiglio federale da presidente: “Un provvedimento del sottoscritto ha permesso a 12 mila extracomunitari di giocare al calcio, gente che poi ha avuto ribalta professionistica. Si è parlato subito della mia gaffe. Ho chiesto scusa, ma contano i fatti”. (Fonte: Ansa)






Loading Facebook Comments ...