Loris: Veronica Panarello, la straziante lettera al marito Davide Stival

Inserito in Cronaca | Scritto giovedì, 18 dicembre 2014 | Autore Valentina | Commenta per primo

Veronica decide di scrivere una lettera al marito dal carcere....

La-verit-di-Veronica-e-Davide-Stival

Veronica Panarello, mamma del piccolo Loris trovato morto nel canalone presso Mulino Vecchio a Santa Croce Camerina, è l’unica accusata per l’omicidio e attualmente si trova detenuta in carcere a Catania.

La ragazza in un primo momento appoggiata e sostenuta dal marito è stata abbandonata anche da lui (Leggi qui: Morte Loris: “Se è stata lei deve morire” il marito abbandona Veronica). Davide fa fatica di fronte a quelle evidenti prove a credere all’innocenza della moglie.

Veronica in questi giorni ha implorato il marito di non abbandonarla, di non lasciarla sola; adesso decide di scrivere una lettera a Davide dichiarando quella che prova, il suo dolore, il suo rammarico con queste parole:

“Come puoi pensare che sia stata io a uccidere nostro figlio?”

 

“Caro Davide, sono amareggiata profondamente dal comportamento che hai avuto nei miei confronti. Come puoi credere che io abbia potuto uccidere nostro figlio?”. “Tu sai che mamma sono stata io e quale affetto abbia avuto per i nostri bambini, è un’atroce sofferenza la morte di Loris, così come atroce sofferenza è la mia carcerazione. Mi sento sola e abbandonata da tutti. Oggi è il compleanno del nostro figlio più piccolo ed anche a lui va il mio pensiero. Sono innocente, assolutamente innocente ti prego di credermi. Io so che tu nel tuo cuore mi consideri innocente”.

La donna prega il marito di credere alla sua innocenza intanto oggi si svolgeranno i funerali di Loris, a cui la mamma è stato negato il permesso di partecipare. Al funerale non saranno presenti nemmeno telecamere.




Loading Facebook Comments ...