Ania pensa alla tua sicurezza stradale, pensaci anche tu

Inserito in Motori | Scritto lunedì, 11 gennaio 2016 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

Ania ci tiene particolarmente alla sicurezza stradale e con questa nuova campagna vuole fare in modo che cominci a pensarci pure tu

Ania e Fondazione Ania hanno ideato una campagna per sensibilizzare i cittadini sulla sicurezza stradale. Troppe persone muoiono in incidenti stradali, c’è bisogno di far capire che le auto non sono giocattoli e che le strade non sono quelle di un videogame e, senza una particolare attenzione mentre si guida, si potrebbero non avere vite di riserva come, invece, accade nei giochi.

Nella realtà abbiamo una vita sola e dobbiamo prenderci cura della nostra, ma anche di quella degli altri che incrociamo sul nostro cammino mentre siamo al volante.

ania

La nuova campagna firmata Ania prende spunto dai Dieci Comandamenti che da secoli danno un’impronta di vita dettata da regole che è giusto rispettare, anche sulla strada ci sono delle regole e questo non bisogna mai dimenticarlo.

«Sulle strade italiane – spiega il presidente di ANIA e Fondazione ANIA per la Sicurezza Stradale, Aldo Minucci, – hanno perso la vita quasi 800 giovani sotto i 30 anni. Un dramma che è stato riassunto in “Onora il padre e la madre”, ovvero in quello che definisco il più “neorealista” dei nostri spot, nel quale c’è un chiaro richiamo alle tragedie del quotidiano, in particolare alle giovani vittime di incidente stradale e alle conseguenze sulla vita dei genitori. Dunque, “Non rubare”, “Non uccidere”, “Non desiderare la donna d’altri”, “Non commettere atti impuri” e “onora il padre e la madre”. Ognuno di questi comandamenti contiene in sé valori e regole che hanno attraversato i secoli e nei secoli hanno rappresentato i codici di comportamento più significativi nella vita delle persone. Proprio in un momento in cui questi valori sembrano ormai quasi dimenticati, li abbiamo voluti richiamare, ricordando con essi l’importanza del rispetto dell’altro, della vita, dell’attenzione che deve regolare le relazioni tra le persone. La forza dei filmati, l’impatto delle immagini, il realismo con il quale è stato girato il vissuto dei protagonisti, sono il valore aggiunto in grado di suscitare emozioni forti, capaci di sedimentare il messaggio»

Nella playlist che trovate proprio qua sotto e che vi consiglio vivamente di guardare, ci sono i cinque spot che fanno parte della nuova campagna Ania e che ti dimostrano come sia estremamente facile perdere la vita se non si presta la massima attenzione quando si è alla guida.
 

Ricordalo: il rispetto delle regole è alla base della civiltà. Il rispetto della vita è fondamentale, quando sei alla guida non rischi solo tu, ma anche tutte le altre persone che incontri sul tuo percorso. Quando bevi e ti metti alla guida, pensa che potresti morire tu stesso e anche uccidere. Pensa sempre che anche rispondere al telefono è fonte di distrazione, purtroppo basta un attimo e non si può tornare indietro. Rifletti pure sul fatto che se ti capita qualcosa, non muori solo tu ma muore anche qualcosa dentro a tutte le persone che ti amano.

ania

Ania ha ideato questa campagna per la tua sicurezza, visita il sito che trovi cliccando qui e guarda quante cose ha fatto per te la Fondazione per la Sicurezza Stradale. Da oggi fai anche tu qualcosa per la tua sicurezza, obbedisci ai Cinque Comandamenti Ania!






Loading Facebook Comments ...