Poliziotto Spara ad un Sordomuto che Stava cercando di Comunicare con il Linguaggio dei Segni

Inserito in Cronaca, Esteri | Scritto martedì, 23 agosto 2016 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

Un poliziotto ha sparato ad un sordomuto che stava cercando di comunicare con il linguaggio dei segni

E’ stata avviata un’indagine dopo che un ufficiale di polizia ha ucciso un autista sordomuto che, secondo i testimoni, stava cercando di comunicare usando il linguaggio dei segni. Daniel Kevin Harris è stato fermato per eccesso di velocità e pare che ci sia anche stato un breve inseguimento a Charlotte, North Carolina.

Daniel Harris, la vittima

Daniel Harris, la vittima

Mentre il 29enne si è fermato vicino alla sua casa, un poliziotto ha estratto la pistola quando Harris stava scendendo dalla sua auto. Fonti della polizia dicono che c’era stato un evidente sospetto che la vittima stesse prendendo un’arma prima che venisse uccisa, ma i testimoni sostengono che l’uomo, papà di un bimbo di un anno, fosse disarmato e che il poliziotto gli ha sparato quasi istantaneamente.

Daniel era sordomuto e disarmato

Daniel era sordomuto e disarmato

Harris è morto sul colpo e i suoi vicini di casa sono furiosi per ciò che è accaduto. “Si sta sparando su qualcuno che è sordo, sono portatori di handicap. Per me, quello che è successo è assolutamente inaccettabile”, ha detto Mark Barringer. “Avrebbero dovuto essere addestrati per rendersi conto che quella era una situazione completamente diversa”.

Il rapporto della polizia di Charlotte-Mecklenburg ha dichiarato Harris come audioleso, ma non ha fornito ulteriori dettagli. Il poliziotto che ha sparato è stato identificato come Jermaine Saunders, e ora è stato collocato in congedo amministrativo.

La famiglia di Harris su Facebook ha scritto: “Era disarmato quando il poliziotto gli ha sparato e lo ha ucciso. La sua tragica morte avrebbe potuto essere evitata. La brutalità della polizia non finisce adesso. mai




Loading Facebook Comments ...