Maltempo: 3 morti a Prato

Inserito in Cronaca | Scritto martedì, 05 ottobre 2010 | Autore Orazio Accomando | Commenta per primo

Il problema maltempo inizia a farsi sentire in modo forte,chiaro e crudele, come sempre. A Prato tre donne cinesi,due sorelle e una figlia, sono morte a causa dell’allagamento di un sottopasso ferroviario la scorsa notte. Le due vittime,sono di 42 e 50 anni;l’altra vittima,figlia della donna 50enne,di 24 anni. Secondo quanto raccontato dal, le tre […]

Il problema maltempo inizia a farsi sentire in modo forte,chiaro e crudele, come sempre.

A Prato tre donne cinesi,due sorelle e una figlia, sono morte a causa dell’allagamento di un sottopasso ferroviario la scorsa notte.

Le due vittime,sono di 42 e 50 anni;l’altra vittima,figlia della donna 50enne,di 24 anni.

Secondo quanto raccontato dal, le tre donne stavano andando da un’altra sorella per impegni di lavoro, che ha avvisato il cognato non vedendole arrivare.

E’ stato l’uomo a trovarle morte nei pressi del sottopasso ferroviario.

Polemiche tra cinesi e il sindaco della città toscana. Il sindaco non ha dichiarato lutto cittadino ma la bandiera a mezz’asta,dicendo che non ci sono i presupposti.

<<Non ci sarà lutto cittadino: è una scelta complessa e per la quale serve molto equilibrio – ha spiegato il sindaco >>.

Il sindaco Roberto Cenni, ha sottolineato di aver manifestato la solidarietà ad un interprete, <<affinché la porti ai familiari delle vittime, dicendo anche che il Comune è pronto a recepire ogni eventuale loro richiesta>>.

<<Ho espresso cordoglio – ha detto Cenni – alla comunità cinese tramite il consolato di Firenze e l’ambasciata a Roma>>.

Ma sulla questione del lutto cittadino, il sindaco resta fermo: <<Di fronte alla morte e al dolore ovviamente c’è la massima solidarietà>>.

A Genova, invece, operaio di 44 anni e’ disperso sempre a causa del maltempo che ieri si e’ abbattuto anche su Genova provocando alcune frane.

A dare l’allarme per l’assenza dell’uomo sono stati i suoi compagni di lavoro che stamani non l’hanno visto arrivare.

Le ricerche hanno portato a ritrovare il suo scooter in fondo ai detriti di una frana in localita’ Panigaro, sulle alture di Sestri Ponente, mentre cellulare e documenti si trovavano nella sala mensa della cava dove lavora l’uomo.




Loading Facebook Comments ...