Armando De Andrade: Scomparso a 16 anni, Oggi il Ritrovamento

Inserito in Cronaca, Esteri | Scritto martedì, 25 ottobre 2016 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

Armando De Andrade aveva 16 anni quando i suoi amici non avevano più avuto sue notizie, oggi, a distanza di 20 anni, una scoperta scioccante

Un uomo che sarebbe stato tenuto prigioniero per 20 anni nella cantina dal padre e dalla matrigna era troppo traumatizzato per parlare dopo essere stato interrogato poco dopo la sua liberazione. Armando De Andrade, che è scomparso quando aveva 16 anni, è stato trovato legato ad un letto in una piccola stanza senza finestre dalla polizia. Un ritrovamento del tutto casuale visto che stavano facendo delle perquisizioni per cercare dei membri di una gang che ha a che fare con la droga.

Armando de Andrade oggi

Armando de Andrade oggi

I testimoni hanno detto che l’uomo, che ora ha 36 anni, ??aveva le unghie dei piedi “enormi” e una lunga barba, che era cresciuto stando praticamente sempre in ginocchio mentre la polizia ha detto di averlo trovato anche “malnutrito”. I poliziotti di San Paolo, Brasile, credono abbia vissuto nell’oscurità per due decenni (nella stanzetta in cui era tenuto prigioniero non c’era alcuna luce), e hanno riferito che il pavimento era ricoperto di feci umane.

Il capo della polizia Celso Marchiori, che sta indagando sul caso, ha detto che il momento in cui i poliziotti lo hanno trovato: “Si è alzato, ma non ha detto una parola. Lo abbiamo portato fuori e lui ancora non ha diceva nulla. Non sapevamo se era spaventato o drogato. Non era in grado di identificarci come agenti di polizia. Abbiamo chiamato un’ambulanza ed è stato portato direttamente in ospedale“.

Questo è il letto a cui è stato incatenato per 20 anni

Questo è il letto a cui è stato incatenato per 20 anni

I vicini del quartiere Guarulhos di San Paolo, sud-est del Brasile, ricordano Armando come un normale 16enne, che amava andare sullo skateboard e suonare la chitarra, quando è improvvisamente scomparso. I suoi amici di punto in bianco non l’hanno più visto e la sua famiglia ha sempre sostenuto che si era trasferito in un’altra parte del Brasile e che stava bene. Un vicino di casa, ha detto che secondo lui il padre e la matrigna del ragazzo hanno deciso di rinchiuderlo nella stanza dopo che Armando aveva iniziato a bere.

Il padre di Armando, Amancio de Andrade, ha negato le accuse sostenendo che suo figlio è andato via di casa a 18 anni ed è tornato la scorsa settimana, che gli ha chiesto di rinchiuderlo in cantina perché voleva disintossicarsi dalla droga. Armando è ricoverato nel reparto psichiatrico di un ospedale locale, dove è ancora troppo traumatizzato per parlare. E’ solo in grado di annuire o scuotere la testa per rispondere alle domande.

La polizia ha avviato un’indagine, mentre il padre di Armando e la matrigna, che non sono ancora stati arrestati, hanno dovuto abbandonare la loro casa dopo l’aggressione da parte dei vicini arrabbiati.




Loading Facebook Comments ...