Attentato a Manchester: le Ultime Parole della Piccola Saffie Rose Prima di Morire

Inserito in Cronaca, Primo piano | Scritto sabato, 27 maggio 2017 | Autore Valentina | Commenta per primo

La vittima più piccola di questa strage e il suo ultimo pensiero prima di spegnersi...

L’attentato a Manchester purtroppo ha provocato la morte di giovanissime persone andate all’Arena per il concerto della loro beniamina: Ariana Grande. La vittima più piccina aveva solo 8 anni e faremo davvero fatica a dimenticare il volto della piccola Saffie Rose il cui tentativo di salvataggio è stato vano.

Come racconta l’uomo che l’ha subito soccorsa Paul Reid, Saffie non è morta sul colpo, ma tra le sue braccia nel tentativo di salvargli la vita. Sono stati degli attimi devastanti come confessa l’uomo anche perché prima di morire la bambina ha pronunciato pochissime parole ma che colpiscono dritto al cuore.

saffie Rose

Il soccorritore racconta: “la gente urlava, correva, cercava disperatamente. Non dimenticherò mai tutti quei rumori. Dentro c’era l’inferno, fuori il caos. Ho guardato l’orario sul telefono. Erano le 10.32. ho chiamato il 999, chiedendo alla donna dall’altra parte della cornetta “mandate qualunque cosa abbiate. Al Manchester Arena è successo un disastro”

Reid ricorda perfettamente le ultime parole della piccola Saffie che diceva “dov’è mia mamma, voglio la mia mamma”. E io cercavo solo di tranquillizzarla: “non ti preoccupare la troviamo subito e andrà tutto bene”

Saffie Rose agonizzante cercava e voleva solo la sua mamma che in quel terribile scoppio si è ritrovata separata da lei. Nonostante l’arrivo dell’ambulanza per la piccola non c’è stato nulla da fare. La madre e la sorella invece sono ricoverate in ospedale e non siamo certi che sappiano della morte di Saffie.

Intanto l’Isis non si ferma qui, in un video l’avvertimento che fa tremare (Clicca qui per vedere il video)

Fonte: globalist




Loading Facebook Comments ...