Napolitano chiede più equilibrio in Parlamento

Inserito in Cronaca, Politica, Primo piano | Scritto sabato, 09 aprile 2011 | Autore AntonioM | Commenta per primo

Dopo i “vaffa” di La Russa, il Parlamento sembra essere ormai quello che un volta si definiva  “luogo dato agli spettacoli diurni “. Ostruzionismi, parole pesanti, scontri, tensioni e contrapposizioni sono all’ordine del giorno. E proprio ieri le parole del “berlusconiano” On. Corsaro, hanno fatto riaffiorare nervi scoperti e vecchie ruggini all’interno del Pdl. Nuove […]

Dopo i “vaffa” di La Russa, il Parlamento sembra essere ormai quello che un volta si definiva  “luogo dato agli spettacoli diurni “.

Ostruzionismi, parole pesanti, scontri, tensioni e contrapposizioni sono all’ordine del giorno. E proprio ieri le parole del “berlusconiano” On. Corsaro, hanno fatto riaffiorare nervi scoperti e vecchie ruggini all’interno del Pdl. Nuove lacerazioni all’orizzonte o piccole nuvole che il vento porterà via?

Il discorso forte di Corsaro, che invitiamo ad ascoltare sul web ( raggela il sangue ), ha suscitato parole forti persino del fidato braccio destro di Berlusconi, Gianni Letta; e ha destato preoccupazioni anche in capo al presidente della Repubblica, che in un incontro programmato col premier si è detto preoccupato di un certo comportamento affatto consono alle Istituzioni, che i nostri parlamentari stanno sempre più assumendo.

Pertanto il capo dello Stato avrebbe ribadito l’appello a evitare che la discussione parlamentare trascenda, dando un’immagine distorta del Parlamento. E, nello stesso tempo, a evitare forzature ed esasperazioni nel confronto in Parlamento su un tema così delicato come quello della Giustizia e soprattutto della riforma del processo breve.

 




Loading Facebook Comments ...