La Russa e i ‘ bombardamenti contro-voglia ‘

Inserito in Cronaca, Politica, Primo piano | Scritto martedì, 12 aprile 2011 | Autore AntonioM | Commenta per primo

‘C’e’ stata chiesta una maggiore partecipazione ai bombardamenti in Libia, ma da parte nostra c’e’ riluttanza’. Queste le parole del ministro della Difesa, Ignazio La Russa, conversando con i giornalisti alla Camera. Parole che stonano, che suonano come un contro senso. Bombardare contro-voglia è possibile? Qualcuno obbliga l’Italia a bombardare di più o l’Italia chiede […]

‘C’e’ stata chiesta una maggiore partecipazione ai bombardamenti in Libia, ma da parte nostra c’e’ riluttanza’. Queste le parole del ministro della Difesa, Ignazio La Russa, conversando con i giornalisti alla Camera.

Parole che stonano, che suonano come un contro senso. Bombardare contro-voglia è possibile? Qualcuno obbliga l’Italia a bombardare di più o l’Italia chiede sottovoce agli alleati americani di dargli più spazio, e quindi più torta alla fine della fiera?

Ad ogni modo La Russa ha anche informato di aver sentito al telefono il segretario alla Difesa americano, Bob Gates, con il quale si vedra’ lunedi’ prossimo a Washington.

Intanto è critica la situazione in Libia, dove sembra che senza l’invio di truppe terrestri alleate l’esercito di Gheddafi sia inarrestabile e conquisti sempre più territori perduti ( gli insorti invocherebbero a gran voce l’intervento terrestre ). Beffarda è sembrata all’opinione pubblica internazionale l’apparizione in tv del Rais Gheddafi, che ha fatto visita ad un ospedale per bambini.

Insomma, che il Risiko prosegua…e che la corsa all’oro nero libico continui senza sosta alcuna…




Loading Facebook Comments ...