Riforma sanitaria americana: Yes We Can!

Inserito in Esteri, Primo piano | Scritto lunedì, 22 marzo 2010 | Autore Piera | Commenta per primo

Un piccolo scarto, solo 7 punti di differenza, ma Barack Obama, ce l’ha fatta ha portato a casa la Riforma Sanitaria. I voti favorevoli sono stati 219, mentre quelli a sfavore 212, un piccolo scarto, dopo mille polemiche, colpi di scena e ad un certo punto la paura di non farcela, alla fine la Camera […]

Un piccolo scarto, solo 7 punti di differenza, ma Barack Obama, ce l’ha fatta ha portato a casa la Riforma Sanitaria.

I voti favorevoli sono stati 219, mentre quelli a sfavore 212, un piccolo scarto, dopo mille polemiche, colpi di scena e ad un certo punto la paura di non farcela, alla fine la Camera ha dato il suo ok alla riforma sanitaria Americana, nella notte, sotto la guida dell’ italo americana Nancy Pelosi.

«Siamo al di sopra della politica, siamo al di là della paura e siamo ancora in grado di lavorare per la gente: oggi è il momento del cambiamento», con queste parole il presidente ha parlato di questo momento così importante. Dopo questo successo ora Obama dovrà cercare di risolvere i problemi della disoccupazione, molti avrebbero voluto fosse stato risolto prima questo caso e poi la sanità.

L’aula è stata divisa fino alla fine, si è discusso sui vari emendamenti, sulla legge e sulle normative procedurali, ma alla fine i deputati democratici sono esplosi urlando il loro slogan “Yes We Can“.

Ecco il video che passerà alla storia.




Loading Facebook Comments ...