In 50.000 per l’ addio a Lucio Dalla. Padre Bernardo Boschi: “Buon compleanno, Lucio”

Inserito in Cronaca, Primo piano | Scritto lunedì, 05 marzo 2012 | Autore Diego Astarita | Commenta per primo

Ieri pomeriggio c’ erano davvero tutti: dai bolognesi, ai colleghi, dalle autorità politiche ai personaggi dello sport. Tutti uniti nel dare un ultimo saluto al grandissimo Lucio Dalla, i cui funerali sono stati trasmessi in diretta da Raiuno, durante  L’ Arena, segmento di apertura del contenitore domenicale. Una folla composta ha seguito, in parte dall’ […]

Ieri pomeriggio c’ erano davvero tutti: dai bolognesi, ai colleghi, dalle autorità politiche ai personaggi dello sport. Tutti uniti nel dare un ultimo saluto al grandissimo Lucio Dalla, i cui funerali sono stati trasmessi in diretta da Raiuno, durante  L’ Arena, segmento di apertura del contenitore domenicale. Una folla composta ha seguito, in parte dall’ interno della basilica di S. Petronio, in parte dall’ esterno (era impossibile entrarvi), la cerimonia funebre, la cui omelia è stata letta dal padre domenicano Bernardo Boschi, amico e confessore di Lucio Dalla. Buon compleanno, Lucio ha esordito padre Bernardo, con gli occhi pieni di lacrime. E poi ancora Tutta Bologna ti vuole bene. Si, la sua Bologna che lo ha accompagnato durante l’ ultimo viaggio verso il Cimitero della Certosa, dove il cantautore è stato sepolto accanto alla madre.

DAI COLLEGHI AI POLITICI. IL DOLORE HA COLPITO TUTTI Gianni Morandi (foto), Renato Zero, Jovanotti,  Luca Carboni, Roberto Vecchioni, Pierdavide Carone, Ron, Marco Alemanno (amico e collaboratore di Lucio), Red Ronnie, Renzo Arbore, Gigi D’ Alessio, Ornella Vanoni, Samuele Bersani, Gianluca Grignani, Cesare Cremonini, Biagio Antonacci, Nek, Fausto Leali, Eros Ramazzotti, Alessandro Haber, l’ allenatore Emiliano Mondonico, Roberto Baggio, una delegazione della Virtus Basket e del Bologna Calcio. E poi ancora il Presidente della Regione Vasco Errani, il sindaco Virginio Merola, il leader dell’ Udc Pierferdinando Casini, il senatore Pdl Filippo Berselli, Luca Cordero di Montezemolo con suo figlio. Assente Vasco Rossi che ha inviato una corona di girasoli con su scritto Ciao Lucio. Sulla bara, una corona di fiori da parte del Presidente della Repubblica Giorgio Napolitano. La camera ardente è rimasta aperta fino alle 13.30, dando la possibilità alle 50.000 persone di vivistare la salma del cantautore, esposta nel cortile d’ Onore di palazzo D’ Accursio.

RON E ALEMANNO HANNO ACCOMPAGNATO LA BARA Ad accompagnare la bara, solo pochi intimi, tra cui il 32enne Marco Alemanno, collaboratore e amico di Lucio, e Ron, visibilmente commosso. Il vuoto che Lucio ha lasciato nel mondo della musica e non solo è davvero enorme.

DOPO IL CORTEO FUNEBRE, ANCORA LA SUA MUSICA Dopo il corteo funebre che ha accompagnato Lucio Dalla fino al Cimitero della Certosa, Bologna ha deciso di continuare ad omaggiare il grande cantautore suonando le sue canzoni in varie piazze della città. Quasi una festa. Così alcuni bolognesi hanno vissuto la giornata di ieri, omaggiando il grande Dalla con la loro presenza  e promettendo di non dmenticarlo mai, perchè Lucio era e sarà Bologna. Sarà una terza torre qui in piazza afferma qualche ammiratore commosso. Poi, a tarda sera, la folla si dirada mentre  il buio cala su Bologna che continua a piangere la scomparsa del suo più grande poeta.

 




Loading Facebook Comments ...