De Martino/Belen, il nonno di Emma: “Sono preoccupato per mia nipote”

Inserito in Gossip, Primo piano, Spettacoli e svago | Scritto venerdì, 04 maggio 2012 | Autore Nadia Napolitano | Commenta per primo

Il secondo tradimento non si perdona, almeno fino a prova contraria. Emma ha ricevuto una mazzata tra capo e collo che difficilmente potrà dimenticare in tempi brevi. La salentina fa la dura, ma, siamo sicuri, che dentro di sè soffre come un cane. Leandro Marrone, nonno della cantante, ne è assolutamente convinto. Preoccupato per la […]

Il secondo tradimento non si perdona, almeno fino a prova contraria. Emma ha ricevuto una mazzata tra capo e collo che difficilmente potrà dimenticare in tempi brevi. La salentina fa la dura, ma, siamo sicuri, che dentro di sè soffre come un cane.

Leandro Marrone, nonno della cantante, ne è assolutamente convinto. Preoccupato per la nipote, rilascia una bella intervista ai microfoni di ‘Nuovo‘: “Siamo delusi. Non rinneghiamo di aver voluto bene a Stefano, era un ragazzo affettuoso. Anche la sua famiglia soffre. Ci dispiace che si siano lasciati. Ma meglio ora che dopo il matrimonio.

Gentilissimo, il signore racconta che l’artista avrebbe voluto sposarsi presto, ma che qualcosa l’aveva frenata: “Stefano si è dimostrato un ragazzo debole, uno che si lascia guidare più dalla passione che dal sentimento. Un ballerino anche nella vita, visto che non è la prima volta che la fa soffrire”.

Anche se la scorza dura di Emma le conferisce un aspetto granitico, il nonno, che meglio la conosce, sa che soffre moltissimo: “Il perdono glielo aveva già offerto una volta. Ha fatto di testa sua, contro il parere dei genitori che, invece, le consigliavano di lasciarlo. Ora, sbattendoci la testa da sola, ha capito che è stato un errore. Ma Leandro non ha dubbi a riguardo. Meglio adesso che poi: “Deve ringraziare Dio di essersi liberata di Stefano. Troverà di meglio“.

Il caro nonnino ne ha anche per Belen: “Le consiglio di essere più seria per non dare in Italia una brutta immagine dell’Argentina. Io sono nato a Buenos Aires e so che lì i valori sono gli stessi della nostra Puglia. E’ una mia connazionale, ma questa volta mi ha tradito, spingendomi quasi ad odiare la terra in cui sono nato“.




Loading Facebook Comments ...