Diciannovenne morto a causa di una flebo

Inserito in Cronaca, Primo piano | Scritto domenica, 29 luglio 2012 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

Sarà l’autopsia disposta dai magistrati a scoprire la causa della morte di Luca, un diciannovenne di Napoli. I genitori dal canto loro non hanno dubbi e imputano ad una flebo la morte del loro figlio Luca.  «In tutto il periodo di degenza mio figlio, da un punto di vista di salute generale, stava bene e […]

Sarà l’autopsia disposta dai magistrati a scoprire la causa della morte di Luca, un diciannovenne di Napoli. I genitori dal canto loro non hanno dubbi e imputano ad una flebo la morte del loro figlio Luca.

 «In tutto il periodo di degenza mio figlio, da un punto di vista di salute generale, stava bene e si sentiva in forma, era di buon umore e aveva fatto amicizia con gli altri degenti dello stesso reparto. Addirittura fino a serata inoltrata Luca è rimasto a giocare a carte e a scherzare con gli altri ricoverati»

Sul suo profilo di Facebook campeggia la sua foto tra due amici e le dita delle sue mani fanno una V in segno di vittoria. Purtroppo però è stato sconfitto dalla vita a soli 19 anni. Aveva preso la maturità a pieni voti al liceo scientifico Calamandrei ed era al secondo anno di università alla Parthenope. Aveva una forma giovanile di diabete.

Era stato ricoverato per un abbassamento della vista che lo aveva colpito da qualche settimana, i medici del policlinico federiciano tentavano di curargli una ipotesi di neurite.

Sono passati solo pochi giorni da quando il caso del neonato, morto per una flebo di latte al posto di una di soluzione fisiologica, era salito alla ribalta della cronaca e oggi ci troviamo a scrivere di un’altra giovane vita che non c’è più, pare, per lo stesso motivo: una flebo sbagliata!!!

Fonte Il Mattino.it




Loading Facebook Comments ...