Ustica: Due 14enni rubano auto e finiscono in mare, annegati

Inserito in Cronaca, Primo piano | Scritto venerdì, 10 agosto 2012 | Autore Vincenzo | Commenta per primo

Due ragazzini cadono in mare con l'auto a Ustica e muoiono annegati: inutili i soccorsi anche di un gruppo di sub privati

Palermo, 10 agosto 2012 – Tragedia ieri sera nel porto di Ustica, dove due quattordicenni sono morti dopo essere caduti in mare con l’auto. La tragedia è avvenuta intorno alle 20.30, e subito dopo l’incidente sono intervenuti i vigili del fuoco di Ustica, con i carabinieri, la Capitaneria di porto. I corpi dei ragazzi sono stati trasportati nel presidio ospedaliero dell’isola palermitana.

Ad aiutare i soccorritori intervenuti nel porto di Ustica per cercare di salvare i due 14enni rimasti intrappolati in un’auto caduta in mare, sono stati anche dei sub privati che si trovavano casualmente sulla banchina del porticciolo della piccola isola. Le operazioni di recupero della vettura sono durate alcune ore, e hanno visto il coinvolgimento, oltre che dei vigili del fuoco, e dei sub, anche dei carabinieri e della Capitaneria di porto. Nonostante il tempestivo intervento dei soccorritori, però, per i due ragazzini non c’è stato nulla da fare.

La dinamica – I due ragazzini L.B. e S.F. hanno preso la Panda di un pensionato di Ustica e hanno perso il controllo del veicolo mentre viaggiavano lungo la banchina. Secondo la ricostruzione della Guardia medica di Ustica i due ragazzini, uno di origine tunisina l’altro usticese, sono saliti sulla Panda dopo averla trovata con le chiavi inserite nel cruscotto. Dopo aver percorso un breve tratto di banchina al porto, hanno perso il controllo del mezzo e sono finiti in mare.

L’auto giace capovolta a pochi metri dalla riva, in un fondale di non oltre 5 metri. Il ragazzo tunisino è figlio di un immigrato che lavora da anni come artigiano ad Ustica, l’altro è figlio dell’autista dell’ambulanza della Guardia medica dell’isola.




Loading Facebook Comments ...