Chiara Poggi: 5 anni dopo ancora nessun colpevole

Inserito in Cronaca, Primo piano | Scritto lunedì, 13 agosto 2012 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

Sono trascorsi cinque anni e non c'è ancora nessun colpevole. Solo indizi contro Alberto Stasi, unico imputato

Ancora nessun colpevole per l’omicidio di Chiara Poggi avvenuto nella villetta di Garlasco dove viveva con i genitori. Era il 13 agosto di cinque anni fa quando il suo corpo senza vita fu ritrovato da Alberto Stasi, ex fidanzato della 26enne e unico imputato.

Già processato in primo e secondo grado, è stato assolto, ora si è in attesa dell’ultimo grado di giudizio ed il processo comincerà ad aprile del prossimo anno. I genitori di Chiara Poggi si dicono convinti che il colpevole sia proprio Alberto: “Lo hanno assolto, ma non cambiamo idea. A uccidere mia figlia Chiara è stato Alberto Stasi. Comunque la battaglia non è ancora finita. C’è il processo d’appello”. 

L’11  dicembre scorso il gup di Vigevano, Stefano Vitelli, lo ha assolto  dall’accusa di aver ucciso la fidanzata. Un verdetto che, però, non convince: i genitori della vittima non sono disposti a incontrarlo e sono tante le persone che non credono al biondino ‘dagli occhi di  ghiaccio’.
Gli interrogativi e i dubbi sull’allora 24enne laureando alla Bocconi continuano a serpeggiare, anche se per la legge è innocente.
Difficile incrociarlo per le strade di Garlasco, ma c’è chi assicura che continua a frequentare gli amici di sempre, come Serena,  l’amica che lo ha sostenuto durante il processo.
Intanto, il 10 giugno scorso è stato rinviato a giudizio con l’accusa di detenzione di video pedopornografici, mentre è caduto il capo di  imputazione che fa riferimento alla divulgazione degli stessi video, così come c’è il non luogo a procedere per la detenzione di foto ‘hot’. Immagini e filmati trovati nel suo computer, lo stesso al quale lavorava la mattina della morte di Chiara, e che  per l’accusa hanno sempre costituito il possibile movente del delitto.

Oggi, a cinque anni di distanza, c’è il rischio che questo omicidio rimanga irrisolto. I genitori, dal canto loro chiedono giustamente giustizia per la loro figlia: «Vogliamo sapere chi ha ucciso Chiara, se nulla potrà ridarcela, ci aspettiamo almeno di avere giustizia»

 




Loading Facebook Comments ...