L’Italia salva nel 2013, secondo Moody’s

Inserito in Economia, Primo piano | Scritto martedì, 21 agosto 2012 | Autore Daniele Lisi | Commenta per primo

Secondo Moody's l'Italia uscirà dalla crisi nel 2013, anche se onestamente è difficile crederci.

Moody,sL’Italia uscirà presto dalla crisi, sarà salva nel 2013 secondo Moody’s, la stessa agenzia di rating che fino a poco fa bacchettava e penalizzava il nostro Paese.  Il ripensamento grazie, a loro dire, alla politica del governo Monti che è riuscita a ridare credibilità all’Italia a livello internazionale, anche se gli italiani onestamente non sembrano essersene avveduti.

La borsa è in netto recupero, così come lo spread è in progressivo arretramento, visto che si sta avvicinando sempre più alla soglia dei 400 punti che potrebbero essere intesi, in un certo senso, come un vero e proprio spartiacque, eppure nella realtà, il Paese è sempre più povero.

Ovviamente i sacrifici chiesti agli italiani sono stati enormi, e gli italiani hanno risposto anche perché non potevano fare altrimenti, visti che i prelievi fiscali sono praticamente prelievi  forzosi, ma tutto questo ha prodotto tanti altri disastri, che gli italiani vivono ogni giorno sulla propria pelle.
Non so fino a che punto questo sia giusto, fatto è che una sconsiderata e cieca tassazione selvaggia ha prodotto un gran numero di poveri, si parlava qualche mese fa di 10milioni almeno, ma ora saranno certamente in numero maggiore.

Basta guardarsi intorno per verificare questa affermazione che non è solo frutto della volontà di voler criticare ad ogni costo, piuttosto è la constatazione di una amara realtà. Il così  detto prof. Monti tutto questo non lo sa o fa finta di non saperlo, considerando tra l’altro che lui le sue vacanze le ha trascorse anche in Svizzera, senta infatti pensare che forse avrebbe fatto meglio a spendere i soldi in Italia piuttosto che all’estero. Giusto per dare il buon esempio.

Questa estate che ormai sta lentamente volgendo alla fine, verrà ricordata da molti italiani come l’estate della tristezza e della miseria, visto che 6 italiani su 10 non se le sono potute permettere le vacanze e sono stati costretti a restare nelle città. Oltre tutto mai così torride negli ultimi 50 anni.




Loading Facebook Comments ...