Sconosciuto entra a scuola con una pistola e minaccia gli studenti

Inserito in Cronaca, Primo piano | Scritto domenica, 14 ottobre 2012 | Autore Vincenzo | Commenta per primo

Terrore ieri in una scuola di Ancona, dove un0 sconosciuto con un casco nero sarebbe entrato in una scuola con una pistola in pugno e ha minacciato i ragazzi presenti

Sabato mattina di terrore, all’istituto professionale Vantinelli-Stracca-Angelini di Ancona, dove alle ore 11,30 circa, un’uomo sino ad ora ancora sconosciuto, è entrato nell’edificio scolastico dirigendosi verso le aule degli alunni, facendo irruzione nella terza classe dove svolgevano una lezione, e una volta entrato nell’aula avrebbe minacciato i ragazzi con una pistola.

“Blitz” durato pochi secondi, infatti subito dopo l’uomo sarebbe fuggito verso l’esterno dell’edificio scolastico scavalcando il cancello principale, in quel momento chiuso, per poi dileguarsi a piedi facendo perdere le proprie tracce. Immediate le reazioni del docente in classe in quel momento, che non appena ha visto lo sconosciuto aggressore, ha fatto in modo di ostacolarlo e allontanarlo. La dirigente scolastica, la professoressa Paola Guidi, informata sull’accaduto ha poi subito chiamato la polizia.

Passato il brutto momento e ovviamente la paura, rimangono ora i dubbi: chi poteva essere quell’uomo ? un ex allunno che magari ha giocato a tutti un brutto scherzo ? oppure qualcuno che veramente non ha nulla a che fare con la scuola, e che si è trovato a minacciare e spaventare un’intera classe ? Sicuramente tutti quesiti al quale la polizia dovrà dare risposte con le indagini che sono già scattate.

Nelle indagini, la polizia dovrà anche capire se l’individuo ha minacciato i ragazzi usando una pistola vera o falsa. Infatti secondo le testimonianze di alcuni degli alunni, durante i pochi secondi in cui l’uomo li ha minacciati, i ragazzi avrebbero notato del colore rosso nel foro d’uscita della pistola, cosa che fa pensare ad uno scherzo di cattivo gusto.

Raggiunta la dirigente scolastica, professoressa Paola Guidi, ha così commentato l’accaduto: “Qualcuno l’ha considerata una goliardata, una cosa da poco. Io non sono d’accordo, anzi, sono molto preoccupata. Quello che è accaduto dentro la mia scuola deve essere approfondito e il responsabile di quel gesto individuato, al più presto”.




Loading Facebook Comments ...