Prende la pillola contraccettiva e ha 7 attacchi di cuore

Inserito in Salute | Scritto lunedì, 26 novembre 2012 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

Dopo studi approfonditi con test che sono durati per più di tre anni, gli specialisti hanno attribuito la causa dei collassi e dei coaguli nel sangue di Alyce, alla pillola anticoncezionale

Una adolescente ha subito sette attacchi di cuore dopo l’assunzione di una pillola contraccettiva e ha sviluppato centinaia di coaguli di sangue. Alyce Clark aveva assunto una dose giornaliera di Microgynon per un solo mese, quando è collassata all’improvviso, mentre era a casa sua, e ha avuto un arresto cardiaco.

La 19enne è stata ricoverata in ospedale e rianimata dai paramedici sette volte in ambulanza. Le sue condizioni erano così gravi che i suoi genitori Roger, di 61 anni  e Freda di 60, sono stati invitati a ‘salutare’ la loro figlia per l’ultima volta. La TAC ha rivelato che  “centinaia” di coaguli di sangue avevano viaggiato dalla gamba al suo cuore e poi nei suoi due polmoni. Ma dopo le iniezioni di emergenza di un anti-coagulante del sangue e due giorni in terapia intensiva, Alyce alla fine ha iniziato a recuperare.

«I medici mi hanno detto che se fossi stata più grande, se avessi avuto 25 anni mi sarebbero rimasti danni cerebrali per tutta la vita, ma ero giovane e in grado di recuperare». Racconta Alyce. Gli studi hanno dimostrato che circa 15 / 30 donne su 100.000 utilizzando la pillola svilupperanno un coagulo di sangue potenzialmente pericoloso ogni anno. La scorsa settimana il Mail ha raccontato come Shannon Deakin,  di 16 anni, è morta per un coagulo di sangue dopo che le era stato prescritto Diane contraccettivo orale per curare la sua acne.

I test fatti da uno specialista presso l’University College di Londra e durati più di tre anni,  hanno confermato che i collassi della signorina Clark sono stati causati dalla sua pillola contraccettiva.  Alyce, che adesso ha 22 anni, ha detto: «Volevano assicurarsi che i coaguli di sangue non erano stati causati da qualsiasi altra cosa prima di dare la colpa alla pillola. Ma io sapevo che doveva essere così. Ero una persona sana che amava lo sport, non fumavo, non bevevo e non mi drogavo. E’ bello avere finalmente una spiegazione dopo tutti questi anni»

Alyce era a riposo nella sua casa a Cliffe, nel Kent dopo che si era fatta male alla schiena in un incidente a cavallo. Era andata al piano di sopra a parlare con sua madre e si sentì girare la testa. Racconta: «Ho avuto bisogno di sedermi invece non ho fatto in tempo, sono caduta dalle scale e ho sbattuto contro il muro, il mio viso era coperto di sangue e mi ero morsa il labbro inferiore. Sapevo che era qualcosa di grave e ho detto ai miei genitori di chiamare un’ambulanza». Quando sono arrivati i paramedici ??Alyce soffriva di lancinanti dolori al petto. «Ero terrorizzata. Non avevo idea di quello che stava succedendo e guardavo i miei genitori che erano spaventati come me. I paramedici mi hanno caricata sull’ambulanza, ma sulla strada per l’ospedale ho smesso di respirare, perché il mio cuore si era fermato. Mi hanno rianimata, ma ho avuto un altro arresto cardiaco poco dopo, e poi un altro, e poi un altro. Quando mi hanno ricoverata nel reparto di rianimazione avevo avuto sette arresti cardiaci quasi fatali. Stavo sanguinando dal naso e dalla bocca. I miei genitori sono stati invitati a dirmi addio, nessuno dei medici avrebbe scommesso sul fatto che io potessi sopravvivere».

Alyce ha risposto bene alla terapia somministratole al Medway Maritime Hospital di Gillingham e ha recuperato, ma le è stato detto che non sarà mai in grado di tornare a fare il salto ad ostacoli con il suo cavallo. «Mi hanno avvertita che i miei polmoni sarebbero rimasti danneggiati per il resto della mia vita e sapevo che sarebbe stato sciocco proseguire la mia carriera atletica».

Un portavoce della Bayer, che produce Microgynon, ha detto: «Ogni relazione sugli effetti collaterali su uno qualsiasi dei nostri prodotti viene riferito al nostro ufficio sicurezza del farmaco e vengono fatti degli studi approfonditi dai nostri esperti. L’uso di qualsiasi contraccettivo orale combinato con altri farmaci comporta un piccolo aumento del rischio di coaguli di sangue venoso e arterioso. Per la Bayer, la sicurezza del paziente viene prima di tutto e noi esaminiamo periodicamente le informazioni relative alla sicurezza dei nostri prodotti, tra cui Microgynon. Sulla base delle informazioni attualmente disponibili, il profilo rischio-beneficio di Microgynon è favorevole».

Fonte DailyMail




Loading Facebook Comments ...