Carlo Verdone: Farò un film sul grande Alberto Sordi [VIDEO]

Inserito in Cinema, Spettacoli e svago | Scritto martedì, 11 dicembre 2012 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

Il 25 febbraio prossimo saranno dieci anni che è scomparso il grande Alberto Sordi. Carlo Verdone, grande amico dell'attore, ha intenzione di onorarne la memoria con un film documentario

Carlo Verdone, cresciuto con i film del grande Alberto Sordi, nel decennale della sua scomparsa avvenuta il il 25 febbraio del 2003, ha intenzione di onorarne la memoria con un film-documentario dal titolo “Alberto il grande”. Già da qui si evince la grande stima che il regista e attore italiano nutre nei confronti del “Marchese del Grillo”.

Verdone ha rilasciato una lunga intervista a Repubblica.it, in cui racconta il progetto che ha in mente e che farà insieme al fratello Luca oltre ad alcuni aneddoti che lo hanno visto coinvolto con Sordi, la stanza da letto di Verdone era proprio davanti a quella di Sordi: «Già da ragazzini lo andavamo a scocciare dal balcone di casa nostra ad angolo tra via dei Pettinari e via delle Zoccolette mentre faceva la pennichella. E la sorella Aurelia ci diceva ”lasciatelo perdere, rientrate in casa, adesso sta a dormì”».

Dunque, come nasce l’idea di Alberto il Grande?
«Siamo stati contattati circa un anno e mezzo fa dall’assessore Fabiana Santini che ci ha detto ”sentiamo la necessità di fare un omaggio ad Alberto Sordi e abbiamo pensato a te, Carlo, per poterlo realizzare”. Io ho accettato aggiungendo che avrei voluto farlo insieme a mio fratello Luca che è un bravissimo documentarista. Ne abbiamo riparlato diverse volte e alla fine è andata. Con Luca abbiamo iniziato a fissare una scaletta del lavoro. Ora daremo il via alle riprese».

Il vostro rapporto è sempre stato di grande affetto…
«Ecco, grazie a questa opportunità che mi è stata data voglio testimoniare anche il bene che Sordi mi ha voluto e che ovviamente era ricambiato. Quest’uomo così schivo anche se sorridente, così riservato e oscuro, che viveva nel rigore assoluto, era capace di enorme amore. La prima volta che gli chiesi un autografo, avevo appena finito di girare Un sacco bello. Ero a casa di Christian De Sica e c’era anche Paolo Stoppa; su una foto che mi ero portato da casa lui scrisse di getto ”Giudizio Carlo, giudizio. Con tutto il mio paterno affetto, Alberto Sordi”. Quel paterno era sottolineato più volte… chissà se anticipava l’idea di In viaggio con papà?».

Ed è proprio uno spezzone de “In viaggio con papà” che potrete vedere nel video sottostante




Loading Facebook Comments ...