Diventano cannibali per sopravvivere

Inserito in Cronaca, Esteri | Scritto martedì, 18 dicembre 2012 | Autore Fabiana Cipro | Commenta per primo

Sono state aperte le indagini per stabilire se l'uomo che hanno mangiato fosse già morto

La notizia arriva dalla Russia, la riporta il quotidiano online  Komsomolskaya Pravda, che racconta la storia di 4 pescatori che nello scorso mese di agosto erano partiti per una battuta di pesca. Del quartetto si erano perse le tracce poco dopo.

I quattro si erano avventurati in Yakuzia, a nord-est della Siberia nella taiga siberiana dove le difficoltà per sopravvivere sono decisamente elevate. Il gruppetto si era poi diviso per raggiungere il fiume dove avrebbero dovuto pescare. In due sono stati difatti ritrovati, nel mese di novembre, nei pressi del fiume, a circa 250 chilometri dalla città più vicina. Un terzo è stato trovato morto vicino a loro e del quarto non se ne ha notizia, risulta tutt’ora disperso

Le autorità russe hanno aperto un’inchiesta per omicidio, il corpo è stato ritrovato a brandelli con segni di violenza. I due superstiti, Alexander Abdullaiev e Alexei Gorulenko, hanno ammesso di aver mangiato il loro compagno Andrei Kutotchkin per poter sopravvivere ma che l’uomo era già morto. Continuano le ricerche del quarto disperso, Viktor Komarov. La loro macchina è stata ritrovata incastrata nel ghiaccio.

Una fonte vicina agli investigatori ha dichiarato: «Non ci sono stati omicidi. Hanno mangiato quell’uomo dopo che era morto, incapaci di resistere alle condizioni estreme della taiga»

 




Loading Facebook Comments ...