Nuovi rincari sul pedaggio autostradale, ecco dove

Inserito in Primo piano, Traffico | Scritto venerdì, 04 gennaio 2013 | Autore Vincenzo | Commenta per primo

“l'adeguamento delle tariffe per garantire il mantenimento della rete autostradale in condizioni di efficienza e di sicurezza per gli utenti” dice il ministro Corrado Passera

I rincari sul pedaggio delle autostrade si fermeranno al 2,91%, il governo però ha deciso di bocciare delle richieste avanzate dalle compagnie.  Alt al ritocco sulla Serenissima (Torino-Venezia), sulla Tirrenica e su alcuni tratti che partono da Brescia. Aumenteranno invece il Passante di Mestre e il raccordo della Valle D’Aosta. Il ministero, guidato da Corrado Passera dice che “l’adeguamento delle tariffe è regolato delle norme e, come accade oramai da qualche anno, è funzionale ad assicurare l’effettiva realizzazione degli investimenti posti a carico di ciascuna società concessionaria e a garantire il mantenimento della rete autostradale in condizioni di efficienza e di sicurezza per gli utenti”. Ecco, di seguito, i rincari:

Rincari sul pedaggio delle autostrade:

  • Asti-Cuneo 7,20%
  • Valle D’Aosta 0,82%
  • Autocamionale della Cisa 7,39%
  • Autostrada dei Fiori 3,70%
  • Autostrada del Brennero 1,21%
  • Autostrade Centropadane 5,66%
  • Autostrade per l’Italia 3,47%
  • Passante Mestre 13,55%
  • Tratte autostradali A4 13,19%
  • Milano Serravalle Milano Tangenziali 1,16%
  • Raccordo Valle D’Aosta 14,44%
  • Autostrada Ligure – Toscana 3,93%
  • Autostrada Tirrenica sospeso
  • A4 sospeso
  • A21 sospeso
  • Autostrade Valdostane 11,55%
  • Barriera di Avigliana 6,65%
  • Barriera di Bruere 4,90%
  • Barriera di Salbertrand 6,15%
  • Strada Dei Parchi 7,56%
  • Tangenziale Napoli 3,59%
  • Torino-Savona 2,24%

 




Loading Facebook Comments ...