Alonso, non ci sono giustificazioni in Turchia

Inserito in Formula 1, Primo piano | Scritto lunedì, 31 maggio 2010 | Autore Pasquale | Commenta per primo

Ci risiamo. Fernando Alonso ha deluso per l’ennesima volta le aspettative dei tifosi Ferrari, lasciando ancora punti preziosi per strada. Non basta la consolazione di un duello assurdo e poco comprensibile come quello che ha visto protagonista le due Red Bull, che ha privato Webber, leader del Mondiale, di due punti ed ha addirittura eliminato […]

Ci risiamo. Fernando Alonso ha deluso per l’ennesima volta le aspettative dei tifosi Ferrari, lasciando ancora punti preziosi per strada. Non basta la consolazione di un duello assurdo e poco comprensibile come quello che ha visto protagonista le due Red Bull, che ha privato Webber, leader del Mondiale, di due punti ed ha addirittura eliminato dalla gara un Sebastian Vettel decisamente troppo irruento e nervoso. Avrà inciso la frustrazione per le ultime gare, con un Webber sempre davanti? Difficile dirlo, fatto sta che nella mente del tedesco è scattata una molla che ha finito con l’agevolare solo ed esclusivamente le due McLaren.

Tornando in casa Ferrari, stavolta per lo spagnolo non ci sono giustificazioni. Se a Montecarlo il grave errore commesso durante la sessione di prove libere del sabato mattina, era stato in qualche modo mascherato dalla serie incredibile di sorpassi in gara, stavolta nemmeno l’essere andati in zona punti, nonostante la partenza dalla dodicesima piazza, può far passare inosservati gli errori commessi da Alonso durante le qualifiche di sabato. Errori banali che sono costati l’esclusione dal Q3, con l’aggravante di aver dato solo ed esclusivamente la colpa di una prova poco brillanta alla vettura, a suo dire poco competitiva.




Loading Facebook Comments ...