Palermo: sindaco indagato per una discarica inquinante

Inserito in Cronaca, Primo piano | Scritto lunedì, 31 maggio 2010 | Autore Piera | Commenta per primo

Il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, ha ricevuto una notifica, dai Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico, in relazione alla discarica di Bellolampo. I reati ipotizzati nei confronti del primo cittadino siciliano sono disastro doloso, inquinamento del sottosuolo, gestione abusiva di discarica, abbandono di rifiuti speciali, in relazione alla discarica utilizzata dall’Azienda per l’igiene ambientale del […]

Il sindaco di Palermo, Diego Cammarata, ha ricevuto una notifica, dai Carabinieri del Nucleo Operativo Ecologico, in relazione alla discarica di Bellolampo.

I reati ipotizzati nei confronti del primo cittadino siciliano sono disastro doloso, inquinamento del sottosuolo, gestione abusiva di discarica, abbandono di rifiuti speciali, in relazione alla discarica utilizzata dall’Azienda per l’igiene ambientale del capoluogo dell’isola per i rifiuti del comprensorio. Il Pm Calogero Ferrara, nelle scorse settimane ha effettuato degli accertamenti che hanno portato alla scoperta della presenza di un liquido velenoso, il percolato, infiltrato nel sottosuolo.

Inoltre sono state scoperte delle tracce di sofiti, nitrati e metalli pesanti nelle acque di alcuni pozzi della zona questo, secondo i consulenti della Procura, signifa che ci sono delle infiltrazioni dalla discarica.  Insieme al primo cittadino risultano essere indagati anche dodici dirigenti dell’ Amia.




Loading Facebook Comments ...